A Viterbo la politica è “Fraternità e Partecipazione”

Il prossimo 18 marzo nell’Aula Regia del Comune si svolgerà il Convegno Fraternità e Partecipazione Politica. Inizio alle h. 9,30

Il capoluogo della Tuscia ha vissuto negli ultimi tempi avvenimenti signicativi dal punto di vista dei temi sopraccitati che hanno indotto, anche sollecitati da autorità civili e religiose, a dar corso ad un incontro che vuol fermarsi a sviluppare il pensiero di una Persona che della fraternità ha fatto la mission della sua vita: Chiara Lubich. Come  ha potuto coniugare il messaggio universale della fraternità alle esigenze sociali e politiche della storia e del suo tempo? Come valutare l’attualità della sua visione politica? Questi i punti in esame.

Ad introdurre in questo percorso, con un approccio pure alla figura della fondatrice trentina, sarà il sociologo e politologo prof. Alberto Lo Presti che ne contestualizzerà e rielaborerà il pensiero per attualizzarlo nella dimensione sociale dell’oggi.

I promotori dell’iniziativa (l’amministrazione comunale, il Movimento di Cittadinanza attiva – Gens Nova -, il Movimento dei Focolari) hanno rivolto all’Associazione Città per la Fraternità un preciso invito in virtù della scelta da essa operata ispirandosi al paradigma politico della Lubich per condividerne anche azioni e proposte concrete con il contributo delle Città che hanno vi aderito, tra cui Viterbo stessa.

E’ attesa la partecipazione all’evento della società civile, dei movimenti ecclesiastici, degli amministratori del Comune e degli altri Comuni della provincia.

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto: dal sito del Comune di Viterbo

premio_internazionale_chiaralubich

Entra nell'Area Riservata

log-in area riservata

Segui l'associazione sul web

g5042    g5049    g5063    g5146