BANDO 2017 – Premio Internazionale “CHIARA LUBICH PER LA FRATERNITÁ”

Chiunque, da solo, si accinge oggi a spostare le montagne dell’indifferenza, se non dell’odio e della violenza, ha un compito immane. Ma ciò che è impossibile a milioni di uomini isolati e divisi, pare diventi possibile a gente che ha fatto della fraternità universale il movente essenziale della vita.” CHIARA LUBICH

PREMESSA

Il 4 Dicembre 2008 nasce a Rocca di Papa (Roma) l’Associazione “Città per la Fraternità”.

LAssociazione vuole essere un’esperienza di dialogo e confronto ed una rete tra Comuni ed altri Enti Locali che intendono promuovere, nell’ambito del più vasto e complesso lavoro di tipo politico-amministrativo, un laboratorio permanente di esperienze positive da mettere in rete e moltiplicare, dove vengano in rilievo la pace, i diritti umani, la giustizia sociale e specialmente la fraternità universale.

Vi possono aderire Comuni di ogni parte d’Italia e di ogni dimensione. In qualità di membri onorari possono richiedere l’iscrizione anche Comuni e municipalità di ogni parte del mondo. Altresì possono richiedere l’iscrizione anche altri Enti Locali quali Province e Regioni.

LAssociazione Città per la Fraternità vuole essere innanzitutto un punto di riferimento, autonomo ed indipendente, e una sede di raccordo, una “rete”; non intende essere una semplice organizzazione, ma un luogo agile e flessibile di idee, verifica e progettazione comune.

LAssociazione, in questa luce, vuole favorire la conoscenza reciproca, lo scambio di informazioni e lo sviluppo della collaborazione tra quanti intendono lavorare per la fraternità.

LAssociazione vuole essere anche luogo d´unità: un luogo dove il movimento delle città per la fraternità possa definire un programma di attività e un´agenda comune, attivare e alimentare processi, non solo realizzare eventi.

Larticolo 4 dello Statuto dell’Associazione prevede l’istituzione del Premio internazionale ispirato a Chiara Lubich, che ha sviluppato in tutta la sua vita il disegno della fraternità universale, Premio che verrà selezionato ed assegnato da parte di una giuria di esperti individuata annualmente e presieduta dal Presidente dell’Associazione.

REGOLAMENTO DEL PREMIO

Art. 1

Il premio

Il Premio, consistente in una originale scultura artistica raffigurante un simbolo di fraternità, è assegnato ad un Ente Locale (o eventualmente a più amministrazioni che presentano un progetto unico, individuandone, comunque, uno capofila), valutando l’attuazione di un progetto che, lungo il suo ciclo di vita, rappresenti la declinazione di uno o più aspetti del principio della fraternità applicato alle politiche pubbliche, realizzato in sinergia tra Amministrazione Comunale, Comunità locale e società civile organizzata (associazioni, gruppi, comitati, ecc.) o altresì da Persona con ricadute comunitarie.

Il progetto può essere esposto con:

  1. a) elaborati di testo
  2. b) elaborati ipertestuali e/o multimediali
  3. c) elaborati audiovisivi

Riconoscimenti Speciali o Menzioni D’onore

La giuria potrà attribuire uno o più riconoscimenti speciali e/o menzioni d’onore ad altri progetti che si siano particolarmente distinti, come esperienze di fraternità universale nella comunità cittadina.

Art. 2

Partecipanti e caratteristiche

Al concorso possono partecipare Enti Locali (Province, Regioni, Comunità Montane, ecc.) italiani e di qualunque altra parte del mondo e dimensione.

Progetti e iniziative possono concorrere se:

  • Istituiscono e/o diffondono, nel territorio principalmente locale, ma anche nazionale e internazionale, pratiche di fraternità universale, secondo le diverse accezioni di significato di tale principio;
  • Stimolano i cittadini a impegnarsi per il bene comune e a partecipare alla vita della comunità civile,
  • Favoriscono la crescita di una cultura della cittadinanza attiva e inclusiva.

Il progetto deve essere rappresentativo di un modo di amministrare non episodico e sempre più consapevole del valore del principio della fraternità universale.

Da parte di amministrazioni pubbliche e altri soggetti sociali, economici, culturali, è possibile sia auto-candidarsi, che segnalare progetti altrui. Tutte le segnalazioni devono essere inviate entro e non oltre il 10 gennaio 2017 alla Presidenza dell’Associazione “Città per la Fraternità”, c/o Comune di Castel Gandolfo, Piazza Libertà, 7 00040 Castel Gandolfo (Rm).

Se il materiale fosse esclusivamente scritto, o comunque con allegati di dimensioni non eccessive, può essere anche inviata via mail agli indirizzi e-mail:

associazionecittafraternita@gmail.com

info@cittaperlafraternita.org

Nella domanda di partecipazione vanno indicati:

  • Nome del Comune, dati del Sindaco pro-tempore, indirizzo completo, telefono, fax, indirizzo e-mail
  • Nome del progetto o dell’iniziativa e abstract di massimo di tre cartelle A4
  • Allegato (nelle forme previste dall’art. 1) che descriva dettagliatamente il progetto e il suo processo.

Il materiale trasmesso non verrà restituito.

Art. 3

La giuria

Tra tutte le segnalazioni ricevute, la giuria, composta dai membri del Comitato dei Garanti dell’Associazione, sceglierà il miglior progetto.

La decisione della giuria è inappellabile e insindacabile dai partecipanti, che ne accetteranno senza condizioni i contenuti.

Ai vincitori sarà data comunicazione ufficiale via posta e/o posta elettronica, con anticipazione per via telefonica.

Art. 4

Proclamazione dei vincitori e premiazione

La premiazione avverrà, presumibilmente a Roma, nel febbraio 2017 in data, luogo da specificare e confermare.

Art. 5

Modifiche al regolamento

La presidenza dell’Associazione si riserva il diritto di integrare il presente regolamento.

Per ogni informazione, contattare la segreteria organizzativa ai numeri 3404182127 – 3474573988, o per e-mail: associazionecittafraternita@gmail.com  info@cittaperlafraternita.org

 

 

 

 

premio_internazionale_chiaralubich

Entra nell'Area Riservata

log-in area riservata

Segui l'associazione sul web

g5042    g5049    g5063    g5146