Comune di Cannes – Consegna del premio “Chiara Lubich per la fraternità” alla città 2 novembre 2015

  “Cannes, non solo la città delle luci, del cinema, apparentemente superficiale, ma la città della fraternità e solidarietà” il sindaco David Lisnard alla cerimonia di consegna del Premio
David Lisnard, con il premio consegnato da Stefano Cardinali (membro Direttivo dell'Associazione Città per la Fraternità)

David Lisnard, con il premio consegnato da Stefano Cardinali (membro Direttivo dell’Associazione Città per la Fraternità)

Come desiderato dall’Amministrazione Comunale di Cannes, si è svolta nella sala dei matrimoni, alla presenza di oltre 50 le persone, tra cui i membri delle varie comunità religiose di Cannes: buddisti, musulmani di varie ‘correnti’ presenti in città, ebrei (anch’essi di varie tradizioni), cristiani (cattolici, protestanti, anglicani, ortodossi), la cerimonia di consegna del premio “Chiara Lubich per la fraternità” conferito dall’Associazione Città per la Fraternità assegnato nella cerimonia ufficiale all’Associazione “VEAC” Vivre Ensemble A Cannes (Vivere insieme a Cannes) lo scorso 17 gennaio presso il Campidoglio a Roma. A rappresentare l’Associazione Città per la Fraternità l’ex vicepresidente e membro del Direttivo Nazionale Stefano Cardinali. Finalmente è arrivato il giorno tanto atteso di consegnare al sindaco il premio attribuito alla città. Per questo hanno voluto essere presenti, il rabbino David Moyal, in questi giorni in Israele a causa della morte di un suo più stretto collaboratore, con una telefonata da Gerusalemme per dare la sua testimonianza. Ciò che davvero colpiva era il sincero rapporto di amicizia e fraternità che lega i membri delle diverse religioni e comunità, e che vogliono testimoniare … e davvero si vede!!! La cerimonia è iniziata alla presenza del vice-sindaco, poiché il sindaco in questo periodo, dopo il nubifragio che ha colpito duramente Cannes il 3 ottobre scorso, è impegnatissimo ed estremamente sollecitato. Gli interventi sono stati aperti da Pierre Chevallet, presidente di VEAC, che ha ricordato il perché della cerimonia. Stefano Cardinali ha spiegato il contesto in cui si colloca il premio “Chiara Lubich per la fraternità”, portando i saluti della presidente dell’Associazione, Milvia Monachesi. Ha poi aggiunto che ormai, da gennaio, Cannes è nel cuore dei Comuni che fanno parte dell’Associazione ed ha espresso la solidarietà di ciascuno per quanto accaduto. Ha ripercorso la storia dell’Associazione, quanto si è fatto fino ad oggi e il programma di diffondere ancor più la fraternità nel concreto delle città e delle amministrazioni. Poi, ad uno ad uno, i vari rappresentanti delle comunità religiose hanno testimoniato il loro impegno ed i frutti in “VEAC”. Claire Ribet, a nome delle signore di tutte le tradizioni religiose impegnate in VEAC, ha voluto sottolineare le molteplici attività che svolgono, dagli “atelier cucina” alle trasmissioni radio, ecc. Infine, è arrivato il sindaco, David Lisnard, che ha espresso in un ampio e spontaneo discorso tutta la sua gratitudine a VEAC, da lui sostenuta fin dall’inizio. Certamente ha tenuto a evidenziare che la fraternità s’iscrive nei valori della Repubblica francese, che vanno ripresi e trasmessi per consegnare ai nostri figli e nipoti un mondo migliore. Ma si è anche domandato come questa parola fraternità possa essere meglio compresa e spiegata. Non si può dire che è semplice umanità, perché fraternità implica riconoscimento dell’alterità e rapporto con l’alterità. Fraternità è anche al cuore di tutte le religioni, ma va vissuta. E per questo ha invitato a fare un passo oltre il ‘vivere insieme’: c’è bisogno di costruire insieme. Un altro punto molto bello al termine del suo discorso: “Il grazie a VEAC perché contribuisce a mostrare un’altra immagine di Cannes, non solo la città delle luci, del cinema, apparentemente superficiale, ma la città della fraternità e solidarietà, che tra l’altro sono emerse in modo forte e visibile in occasione del disastro provocato dal nubifragio di inizio ottobre”. Un lungo applauso è stata la risposta eloquente alle parole del sindaco, al quale subito dopo Pierre Chevallet ha consegnato il premio ricevuto a Roma. Le foto ufficiali e un cocktail hanno chiuso la cerimonia in Comune.

David Lisnard, sindaco di Cannes (a destra), Stefano Cardinali (a sinistra)premio1

   
premio
       
giornale premio

Tags: , ,

premio_internazionale_chiaralubich

Entra nell'Area Riservata

log-in area riservata

Segui l'associazione sul web

g5042    g5049    g5063    g5146