LA FRATERNITÀ CORRE IN VESPA

Percorrendo i 150 anni dell’Unità d’Italia nella bellezza delle sue peculiarità e diversità www.terraeasfalto.it | Settembre – Ottobre 2011.

Anche con il fondamentale apporto del Comune di Montecosaro (Mc) e dell’Associazione “Città per la Fraternità”, Giorgio Serafino e Giuliana Foresi, due giovani coniugi di Montecosaro (Mc), hanno deciso di percorrere l’Italia, innanzitutto per la loro innata e mai sopita voglia di “inseguire i sogni e percorrere sentieri e strade” con il Generale Lee, una Vespa 50 Special del 1978 di colore rosso, che ha già battuto vie come Chicago – Los Angeles, 4.000 chilometri di deserto nella leggendaria Route 66, ma anche Marocco, Cambogia, Canada, Thailandia, Brasile …

Un’avventura iniziata quasi per gioco: una vespa semi abbandonata, la voglia di scoprire posti nuovi …

Ma anche perché, ora, Giorgio e Giuliana, nell’anno in cui si ricorda e si festeggia l’Unità d’Italia, hanno deciso di percorrere tutto lo Stivale in nome della Fraternità, vera anima del nostro Paese, ingrediente essenziale delle relazioni tra le persone e le Istituzioni.

Inoltre lo scooter più famoso del mondo, la Vespa, che nasce dalle macerie della guerra grazie al fortunato incontro di un abile imprenditore e di un geniale progettista è diventata, insieme ad altri prodotti, un simbolo del cosiddetto Made in Italy, che altro non è che l’eccellenza della creatività e della maestria di centinaia di artigiani, operai e persone del nostro Paese.

Venendo a temi più “impegnati” di questa iniziativa, l’attuale dibattito politico e la crisi della cultura occidentale – italiana ed europea – sembrano non aiutarci a vivere l’unità nella molteplicità.

Insieme a tanti membri della nostra Associazione ci siamo chiesti, a tal proposito se, come 150 anni fa si partì l’impresa dell’Unità, anche noi non potevamo “ripartire” per un’impresa altrettanto audace, quella di rinfocolare l’Unità alla luce della Fraternità.

Siamo sicuri di sì perché oggi il Paese, e direi il mondo, ha bisogno di osare, di volare alto e guardare al di là di contingenze, pur gravi e da affrontare.

Un tale processo potrà avvenire con l’apporto dei giovani ed oggi la politica, che mostra una certa stanchezza, necessita di una vera partecipazione delle nuove generazioni, spesso guardate con un prisma interpretativo limitato e fuorviante e che attendono, con urgenza, un cenno di responsabilità. Coltivare dei valori ha senso solo se essi possono commisurarsi all’attesa del futuro. Se non vi e’ questa attesa, i valori decadono. Le istituzioni devono essere pertanto delle fabbriche di futuro per le giovani generazioni.

La costruzione di una possibilità di crescita è il nesso più logico tra l’accettazione di una realtà contingente e l’attesa di futuro che vuole modificarla.

Anche il dibattito sul ‘Federalismo’ parola che ha il bellissimo significato di patto, alleanza, deve tenere presente la realtà locale, partendo dal Comune e, nel Comune, dalla persona, dalla famiglia, dalle associazioni, dal volontariato, tenendo conto di quella straordinaria forza della diversità di territori, ambiente, borghi e città, mare e montagne, fiumi e laghi, dialetti e culture che fanno del nostro Paese una delle realtà più amate del Mondo.

Per raggiungere lo scopo è necessario, contemporaneamente, che ogni persona decida di ‘farsi cittadino’, cioè di impegnarsi con gli altri, che vivono accanto a lui, a costruite e a governare la polis, la città.

Da qui nasce la “centralità del cittadino” e il conseguente suo obbligo morale di partecipare al governo del proprio comune in modo diretto, come sindaco, assessore, consigliere, o come cittadino, con gli strumenti della partecipazione popolare.

Per tutti questi motivi l’Associazione Città per la Fraternità, anche con l’allegata Carta di Genova, frutto di un lavoro molto accurato, proposto lo scorso 14 Maggio, proprio nel capoluogo ligure, nel Convegno Nazionale: Unità, Federalismo e Fraternità: una proposta condivisibile, vuole lanciare a tutte le forze politiche, dal Parlamento ai Comuni di tutta la Penisola, una sorta di nuovo Patto di fraternità per l’Italia.

La fraternità è un impegno che:

favorisce lo sviluppo autenticamente umano del Paese senza isolare nell’incertezza del futuro le categorie più deboli, senza escluderne altre dal benessere, senza creare nuove povertà;

salvaguarda i diritti della cittadinanza e l’accesso alla cittadinanza stessa, aprendo una speranza a quanti cercano la possibilità di una vita degna nel nostro Paese, il quale può mostrare la propria grandezza nell’offrirsi come patria per chi l’ha perduta;

aiuta la ricerca scientifica e l’invenzione di nuove tecnologie, salvaguardando, insieme, la dignità della persona umana dal primo all’ultimo istante della sua vita, fornendo sempre le condizioni perché ogni persona possa realizzare la propria libertà di scelta e possa crescere nell’assunzione di responsabilità. In una parola: possa mettere in atto quella specifica capacità di amare iscritta nel DNA di ogni donna e di ogni uomo, che la realizza pienamente come persona, unica ed irripetibile.

La fraternità, così, non diventa un “di più” della politica, ma la sostanza, e dovrebbe definirne i metodi e gli obiettivi. Solo così la politica acquisterebbe il suo vero senso: di servizio alla comunità anzitutto, col cittadino come soggetto attivo.

Con questi auspici Giuliana e Giorgio, nostri “testimoni”, consegneranno ai Sindaci e ai Consigli Comunali delle città piccole e grandi che toccheranno nel loro viaggio, unitamente allo Statuto dell’Associazione, una breve Scheda sulla sua storia e il nostro percorso fin qui avvenuto, la Carta di Genova, e con alcuni gadget di uno dei Borghi d’Italia, Montecosaro.

LE TAPPE E I GIORNI DI FRATERNITÀ CORRE IN VESPA | 4 Settembre – 26 Ottobre 2011

CITTÀ

ARRIVO

VISITA SINDACO

Partenza da Montecosaro

4 settembre

Ascoli Piceno

Domenica 4 settembre

Lunedì 5 settembre

Giulianova (Te)

Lunedì 5 settembre

Martedì 6 settembre

Isernia

Martedì 6 settembre

Mercoledì 7 settembre

Manfredonia (Fg)

Mercoledì 7 settembre

Giovedì 8 settembre

Putignano (Ba)

Giovedì 8 settembre

Venerdì 9 settembre

San Donato di Lecce

Venerdì 9 settembre

Sabato 10 settembre

Matera

Domenica 11 settembre

Partenza Lunedì 12 settembre

Potenza

Lunedì 12 settembre

martedì 13 settembre

Diamante (Cz)

Martedì 13 settembre

Mercoledì 14 settembre

Catanzaro o Gioia Tauro

Mercoledì 14 settembre

Partenza Giovedì 15 settembre

Messina

Giovedì 15 settembre

partenza Venerdì 16 settembre

Siracusa

Venerdì 16 settembre

Sabato 17 settembre

Enna

Domenica 18 settembre

Lunedì 19 settembre

Caltanisetta

Lunedì 19 settembre

Partenza Martedì 20 settembre

Trapani

Martedì 20 settembre

Mercoledì 21 settembre

Palermo

Mercoledì 21 settembre

giovedì 22 settembre

Napoli – Pompei

Venerdì 23 settembre

Sabato 24 settembre

Rocca di Papa (Rm)

Domenica 25 settembre

lunedì 26 settembre

Roma

Lunedì 26 settembre

Martedì 27/ Mercoledì 28 settembre

Civitavecchia

Mercoledì 28 settembre

Giovedi 29 settembre

Cagliari

Giovedi 29 settembre

venerdì 30 settembre sabato 1 ottobre

CagliariCivitavechia

Sabato 1 ottobre

Domenica 2 ottobre

Spoleto

Domenica 2 ottobre

Lunedì 3 ottobre

Deruta/Montefalco

Massa Martana (Pg)

Lunedì 3 ottobre

Martedì 4 ottobre

Incisa V.rno (Fi)

Martedì 4 ottobre

Mercoledì 5 ottobre

Firenze

Mercoledì 5 ottobre

Giovedì 6 ottobre

Pisa

Giovedì 6 ottobre

venerdì 7 ottobre

Genova

Venerdì 7 ottobre

sabato 8 ottobre

Bra (Cn)

Domenica 9 ottobre

lunedì 10 ottobre

Torino

Lunedì 10 ottobre

martedì 11 ottobre

Bard (Ao)

Martedì 11 ottobre

Mercoledì 12 ottobre

Milano

Mercoledì 12 ottobre

Venerdì 14 ottobre

Sotto il Monte (Bg)

Venerdì 14 ottobre

Sabato 15 ottobre

Trento

Sabato 15 ottobre Sosta domenica 16 ottobre

Lunedì 17 ottobre

Castegnero (Vi)

Lunedì 17 ottobre

Martedì 18 ottobre

Padova

Martedì 18 ottobre

Mercoledì 19 ottobre

Trieste

Mercoledì 19 ottobre

Giovedì 20 ottobre

Venezia

Giovedì 20 ottobre

Venerdì 21 / sabato 22 ottobre

Ravenna

Domenica 23 ottobre

lunedì 24 ottobre

Loreto (An)

Lunedì 24 ottobre

Martedì 25 ottobre

Montecosaro (Mc)

Martedì 25 ottobre

Mercoledì 26 ottobre

ivanturatti

This information box about the author only appears if the author has biographical information. Otherwise there is not author box shown. Follow YOOtheme on Twitter or read the blog.

premio_internazionale_chiaralubich

Entra nell'Area Riservata

log-in area riservata

Segui l'associazione sul web

g5042    g5049    g5063    g5146