NASCE IL DIRETTIVO NAZIONALE- 30.05. 2014

Il giorno 30 del mese di maggio 2014, presso la Sala Consiliare del Comune di Castelgandolfo, si è riunito il Direttivo Nazionale dell’Associazione Città per la Fraternità

La Presidente dà atto della costituzione del Direttivo Nazionale e del Comitato dei Garanti.

Il Direttivo conferma le cariche della Segreteria.

Si aprono i lavori per la suddivisione di incarichi in seno al Direttivo per poter declinare meglio gli impegni associativi, non tanto formali attuazione di programmi, bensì rafforzativi del principio di Fraternità.

In seguito, vengono accolti Letizia De Torre, presidente internazionale del Movimento Politico per l’Unità e Silvio Minnetti presidente nazionale del Movimento Politico per l’Unità.

L’Associazione intende procedere ad intessere una serie di importanti e produttivi confronti con Organismi che perseguano scopi vicini e prossimi ai propri, quali Enti Locali per la Pace, Associazione Comuni Virtuosi, Scuola delle Buone Pratiche di Terra di Mezzo e Lega delle Autonomie, ecc.

La scelta di iniziare con il Movimento Politico per l’Unità è dettata da due fondamentali motivi: uno l’aver il denominatore comune della Fraternità che fa riferimento a Chiara Lubich, cui è dedicata l’edizione annuale del Premio; l’altro, per aver già condivisi e costruiti momenti fondativi e di preparazione per convegni formativi fin dalla nascita dell’Associazione con questa realtà.

Attraverso la storia e le tappe fondamentali del Mppu, nato il 2 maggio 1996 a Napoli, Letizia De Torre, afferma che esso desidera contribuire con specificità propria ad una civiltà fondata sull’unità. Tra le priorità, rinnovare politica e singole politiche perché insieme si possa andare verso il mondo unito nella ricchezza delle sue diversità. 

L’idea del Mppu non è nuova, è un principio politico saltuariamente ricorso nella storia, ma nuovo è l’impegno di perseguirla, di declinarla come categoria politica, di metterla a base degli assetti istituzionali e delle iniziative legislative ed amministrative. E’ la fraternità universale. Un principio forte, un metodo di lavoro politico ed un obiettivo per i popoli, con cui rispondere ad una esigenza profonda della storia.

Tra le iniziative nel Mondo, quelle in Brasile, Argentina, Corea e in alcuni Paesi Europei; inoltre, l’impegno, insieme all’Istituto Universitario Shopia, per un’elaborazione culturale del Principio di Fraternità.

Silvio Minnetti, presidente di Mppu Italia, ha sottolineato la sinergia esistente da sempre con l’Associazione Città per la Fraternità con cui si è stabilito un comune impegno per le città, vero motore della politica.

In particolare, espone alcune piste di lavoro in cantiere con Mppu Italia che potrebbero realizzarsi in collaborazione con l’Associazione:

  • Contributo attivo per le Riforme costituzionali (Senato, riforma elettorale);
  • Scuole di partecipazione per giovani;
  • Workshop per funzionari pubblici e amministratori locali da realizzarsi in collaborazione con altre forze (come Associazione Comuni Virtuosi, Scuola delle Buone Pratiche Lega delle Autonomie e altri).
Altro appuntamento della giornata è quello con Marinella Pigoni e João Manoel Motta, responsabili, per il Movimento dei Focolari della zona del Brasile che, proprio in un loro recente viaggio, hanno potuto consegnare, a nome dell’Associazione, la menzione d’onore alla città di Curitiba, assegnata nell’ambito della 5° edizione del Premio Chiara Lubich per la Fraternità.

La città di Curitiba, Capitale dello Stato del Paraná, situata a 934 metri di altitudine nell’altopiano del Paraná, è l’ottava città brasiliana più popolata, con i suoi 1.751.907 abitanti. Le è stata riconosciuta, nel 2007, la migliore qualità della vita di tutto il Brasile; il polo industriale diversificato raggiunge il quarto posto tra le città economicamente più avanzate dell’America Latina.

Il sindaco Gustavo Fruet, pur avendo incontrato Marinella Pigoni e João Manoel Motta a San Paolo, ha voluto che la consegna del riconoscimento avvenisse a Curitiba, città cui era destinato. Quindi, a fine aprile a Curitiba, nella sala grande del Comune, luogo degli annunci importanti per la città, è stata organizzata una manifestazione con alcune centinaia di persone, tra cui deputati federali e un ex Ministro delle Finanze dello Stato del Paraná.

Il sindaco Fruet nel ricevere la Menzione, una pergamena con un trofeo di cristallo, lo ha definito “pesante”, significando la grande responsabilità richiesta, ma allo stesso tempo ha affermato che Curitiba si sente da tempo una Città per la Fraternità e che il riconoscimento rafforzava questa intenzione. Ha rivolto un ringraziamento al sindaco Boccia e al sindaco Monachesi, con l’impegno di aderire all’Associazione, che sarebbe prima città non italiana a diventare socia, con l’ulteriore impegno di diffondere l’Associazione ad altre città del Brasile.

Lina e Paolo De Maina

ivanturatti

This information box about the author only appears if the author has biographical information. Otherwise there is not author box shown. Follow YOOtheme on Twitter or read the blog.

premio_internazionale_chiaralubich

Entra nell'Area Riservata

log-in area riservata

Segui l'associazione sul web

g5042    g5049    g5063    g5146